L’Università degli Studi di Napoli Federico II ha attivato un Presidio Tecnico/Scientifico per l’emergenza COVID-19,con riferimentoa soluzionitecnologiche per la prevenzione, la diagnostica e il monitoraggio per il contenimento e il contrasto del diffondersi del Coronavirus (SARS-CoV-2).

L’iniziativa ha un duplice obiettivo:

  • dare supporto e consulenza alle aziende interessate alla realizzazione di dispositivi per tutto ciò che attiene alla progettazione, realizzazione e verifica delle proprietà dei materiali e dei prodotti, verifica della loro funzionalità, ed alla loro conformità tecnica alle normative vigenti;
  • proporre lo sviluppo di innovazioni scientifiche e tecnologiche.

Il Presidio è incardinato nel CeSMA - Centro Servizi Metrologici e Tecnologici Avanzati, raggruppa laboratori e gruppi di ricerca distribuiti sull’intero Ateneo, ed è organizzato in quattro aree di intervento:

  • DPI: Innovazione o riconversione industriale per accrescere la disponibilità di dispositivi di protezione individuale (mascherine, camici, calzari, guanti etc.);
  • RESPIRATORI: Sistemi complessi per la respirazione assistita;
  • DIAGNOSTICA: Kit o tecnologie innovative per la diagnosi del Covid-19 e strumenti per la diagnosi facilitata e veloce;
  • MONITORAGGIO: Tecnologie e strumenti che consentono o facilitano il monitoraggio, la prevenzione e il controllo del Covid-19, in termini di localizzazione e gestione dell'emergenza e prevenzione e controllo della diffusione del Covid-19 nelle sue diverse forme.

Il Presidio offre al tessuto aziendale campano e nazionale,in questa situazione di grave emergenza, un supporto ad ampio spettro, allo stato dell’arte e secondo rigorosi protocolli scientifici.

Pier Luca Maffettone                                                                                               Leopoldo Angrisani

Image